Informazioni e curiosità

Proprietà salutari e virtù nutrizionali

Tra tutti i grassi, l’olio d’oliva è da considerarsi l’unico, per estrazione del tutto naturale (senza l’ausilio di agenti chimici, o senza alterazioni di temperatura) e come tale il più vicino dunque alle esigenze fisiologiche dell’organismo umano.

Il 98-99% dell’olio di oliva è costituito da molecole definite gliceridi, e per la parte rimanente da una serie di composti minori: quali gli steroli, tocoferoli, fenoli, etc. E’ proprio questa componente polifenolica la ricchezza del olio d’oliva, poiché sia dal punto di vista organolettico che nutrizionale costituisce un paramtero fondamentale di qualità a tal punto che condiziona la “vita media” di un olio.

La presenza di sostanze polifenoliche, con valori così accentuati nella cv. Bianchera, determina pertanto un’azione antiossidante specifica per la sua conservabilità nel tempo ed indispensabile alla dieta umana per la neutralizzazione dei radicali liberi che questi antiossidanti naturali svolgono.

Nell’extra vergine d’oliva si trova la più alta concentrazione di acidi grassi monoinsaturi. Nella Bianchera, in particolare, la concentrazione dell’acido oleico (principale acido grasso monoinsaturo dell’olio d’oliva) si attesta su 75/78%.

In estrema sintesi l’olio extra vergine è dotato di:

  • un alto grado di digeribilità, superiore a quello di tutti i grassi,
  • un alto coefficiente di assorbimento nell’intestino,
  • un alto potere colecisticinetico
  • un alto contenuto di acido oleico (presente tra l’altro in grosse quantità nel tessuto adiposo umano)
  • un giusto ed equilibrato quantitativo di acidi grassi polinsaturi
  • un alto contenuto in sostante antiossidanti naturali

Di conseguenza determina uno stato di benessere:

  • influendo molto positivamente sullo sviluppo cerebrale del lattante,
  • facilitando la digestione di altri grassi, grazie alla specifica azione colecistocinetica,
  • abbassando il livello del cosiddetto colesterolo “cattivo” (Hdl),
  • svolgendo un azione protettiva contro l’eccessiva acidità, le ulcere gastriche e le gastriti ipersecretive,
  • contribuendo a combattere l’inappetenza degli anziani degli ammalati,
  • coadiuvando a risolvere molte malattie dell’apparato epato-biliare, mentre gli altri grassi continuano ad essere respinti, l’olio d’oliva rimane l’unico ad essere accettato,
  • dimostrandosi utile all’eliminazione di calcoli biliari,
  • prevenendo per quanto possibile l’insorgere e l’avanzare dell’osteoporosi, avendo la capacità di far veicolare nell’organismo la vitamina D e fronteggiando così la progressiva perdita di calcio,
  • riducendo i fattori di rischio legati all’insorgere dell’arteriosclerosi;
  • esercitando un effetto benefico sulla pressione sanguigna,
  • assicurando un’azione decisiva nella prevenzione secondiaria delle malattie cardiovascolari,
  • garantendo degli effetti atitrombotici,
  • esercitando un utile ruolo protettivo nei confronti dell’insorgenza di fenomeni tumorali,
  • prevenendo la comparsa, nelle donne in attesa, delle inevitabili strie gravidiche,